in-salute-logo
Cerca
Close this search box.

Dieta per glicemia alta: guida alla corretta alimentazione

In Salute - Dieta per glicemia alta

L’iperglicemia è una problematica che colpisce con una frequenza sempre maggiore e che è importante trattare prima che sfoci in patologie più gravi. Ad ogni terapia farmacologica viene associata una dieta per glicemia alta con un piano alimentare equilibrato che prevede il consumo di alcuni alimenti e limitando quelli ricchi di zuccheri, grassi saturi e carboidrati raffinati .

Seguici su

La glicemia indica il livello di zuccheri presenti nel sangue che, se risultano elevati, comportano un rischio più elevato di sviluppare patologie dannose per l’organismo.

Quando si parla di glicemia alta, o iperglicemia, si intende una quantità eccessiva di glucosio nel sangue. Questa problematica colpisce un numero sempre maggiore di persone in tutto il mondo ed è spesso indice di uno stile di vita poco sano e di scelte alimentari non salutari. L’alimentazione, infatti, ha un ruolo significativo sia per quanto riguarda la prevenzione sia come coadiuvante per equilibrare l’indice glicemico. La correlazione tra alimentazione e glicemia è supportata da diversi studi scientifici che sostengono come una dieta equilibrata sia un eccellente aiuto per regolarizzare i livelli di zucchero nel sangue.

È di primaria importanza quindi affidarsi alle cure di un professionista che sarà in grado di individuare il corretto piano alimentare basandosi sulle esigenze del singolo individuo, oltre a prescrivere cure specifiche e mirate ad abbassare la glicemia.

Quali sono cause e sintomi della glicemia alta

L’iperglicemia può insorgere manifestandosi con sintomi evidenti oppure senza alcun segnale. Nel primo caso i più comuni sono:

  • Spossatezza e stanchezza generica
  • Dolore alla testa
  • Disidratazione e secchezza delle fauci
  • Visione offuscata
  • Perdita di peso
  • Dolori addominali

 

Ogni individuo reagisce in modo differente ed è, quindi, possibile che accusi solo in parte queste condizioni.

L’innalzamento della glicemia è dovuto a diversi fattori, può essere causato da un deficit dell’ormone dell’insulina o ad un eccesso di attività degli ormoni controinsulari, ovvero quegli ormoni che regolano il tasso glicemico.

Dieta per glicemia alta: gli alimenti da evitare

Per mantenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue è importante prestare attenzione durante ogni pasto alla corretta scelta degli alimenti.
Gli alimenti che sarebbe preferibile evitare comprendono:

Glicemia alta: I migliori integratori a base di berberina

REGO LIPID - INTEGRATORE ALIMENTARE - SCHWABE

Integratore alimentare per regolare le funzioni cardio-metaboliche, a base di principi attivi di origine vegetale. Favorisce la funzionalità dell’apparato cardio-vascolare in caso di alterati livelli di trigliceridi, colesterolo e glicemia. Aiuta a regolare e mantenere i livelli normali di glicemia .
Favorisce la funzionalità epatica e l’azione antiossidante .

Senza glutine – Senza lattosio – Adatto ai vegani – Scatola da 30 compresse

A partire da € 17.67
  • Zuccheri raffinati: merendine, dolci confezionati e dolcificanti artificiali, possono causare un rapido aumento dei livelli di zucchero nel sangue. È preferibile sostituire questi alimenti con alternative più salutari.
  • Carboidrati raffinati: pane bianco, pasta bianca, riso bianco e cereali zuccherati, hanno un alto indice glicemico e possono portare a un aumento degli zuccheri nel sangue. Conviene sostituirli, infatti, con carboidrati integrali.
  • Bevande zuccherate: succhi di frutta con zucchero aggiunto, bevande energetiche e bevande gassate zuccherate sono poco salutari e ricche di zuccheri. È preferibile scegliere bevande aromatizzate senza zucchero.
  • Alimenti ad alto contenuto di grassi: grasse, latticini interi, burro, margarina idrogenata e cibi fritti, possono interferire con la regolazione della glicemia e aumentare il rischio di complicanze associate all’iperglicemia.
  • Alimenti ad alto contenuto di sodio: cibi eccessivamente sapidi, piatti pronti, spuntini e condimenti salati, possono influire negativamente sulla pressione sanguigna e sulla salute cardiovascolare. Una buona gestione della glicemia alta richiede anche il controllo dell’apporto di sodio.

Invece, una dieta equilibrata basata su alimenti integrali, ricca di verdure, frutta fresca ( limitando il consumo di quella che contiene più zuccheri come uva, banane fichi o la frutta secca o sciroppata) , cereali integrali, proteine magre e grassi sani, può contribuire a mantenere stabili il livello di glicemia.

Che alimenti prediligere per abbassare la glicemia

È importante basarsi su un piano alimentare equilibrato e introdurre alimenti adatti nella propria dieta, su consiglio di un esperto del dietologo, per non rischiare che si alzino i livelli di zucchero nel sangue. I principali alimenti da prediligere in una dieta per glicemia alta sono:

  • Le verdure a foglia verde, come spinaci, cavolo riccio, lattuga e bietola, sono ricche di fibre e nutrienti essenziali. Sono, inoltre, a basso contenuto di carboidrati.
  • Frutta a basso indice glicemico: mele, pere, agrumi, bacche e pesche, hanno un basso indice glicemico ed è di grande importanza prediligere le frutta fresca ai succhi di frutta. Uno studio[1] ha evidenziato, infatti, come il consumo di frutta (soprattutto mirtilli, uva e mele) riduca il rischio di sviluppare il diabete di tipo due mentre il consumo dei succhi di frutta ne aumenti esponenzialmente i rischi. Sono sconsigliati, per chi soffre di glicemia alta invece cachi, banane, uva, frutta secca e sciroppata.
  • I cereali integrali come quinoa, farro, orzo e avena, sono ricchi di fibre e nutrienti essenziali. Rispetto ai cereali raffinati, i cereali integrali vengono digeriti più lentamente, riducendo l’impatto sulla glicemia.
  • I legumi, come fagioli, lenticchie e ceci, sono una fonte eccellente di proteine, fibre e carboidrati a lento rilascio. Hanno un impatto minore sui livelli di zucchero nel sangue rispetto ai carboidrati raffinati.
  • Proteine magre: pollo senza pelle, tacchino, pesce, uova e latticini a basso contenuto di grassi, possono contribuire a mantenere la glicemia stabile.
  • Grassi sani: I grassi sani, come olio d’oliva, avocado, noci e semi, possono contribuire a mantenere stabile la glicemia. È importante, infatti, sostituire il burro o la margarina con l’olio.

In conclusione, possiamo dire come uno stile di vita sano e una corretta alimentazione possano essere importanti per mantenere un corretto livello di glicemia nel sangue. Tuttavia, è sempre possibile introdurre nella propria dieta per glicemia alta dei rimedi naturali come, per esempio, gli integratori con estratti di berberina per il controllo glicemico  che possono aiutare a ridurre la concentrazione di zuccheri nel sangue.

[1] https://www.hsph.harvard.edu/news/press-releases/eating-whole-fruits-linked-to-lower-risk-of-type-2-diabetes/#:~:text=Boston%2C%20MA%20%E2%80%94%20Eating%20more%20whole,Public%20Health%20(HSPH)%20researchers.