in-salute-logo
Cerca
Close this search box.

Come alleviare il prurito delle punture? Tutti i rimedi contro le zanzare

In Salute - Rimedi contro le zanzare

Nella stagione estiva i rimedi contro le zanzare aiutano ad avere una qualità della vita migliore. Ecco come evitare che rovinino le serate con le loro punture.

Seguici su

Molte persone si chiedono quali rimedi contro le zanzare adottare per allontanare da sé e dalla propria casa questi fastidiosi insetti e, nel caso si venga punti, come alleviare il fastidio del prurito.

Se già il morso per qualcuno è un vero e proprio tormento, il disturbo provocato quando le zanzare entrano in casa è altrettanto fastidioso, tanto che con il loro ronzio possono attentare alla serenità casalinga.

I rimedi contro le zanzare, dunque, riguardano sia la prevenzione, per evitare di venire punti o di avere la propria abitazione infestata da questi insetti, sia i trattamenti da utilizzare quando si è stati punti.

Infatti, prima ancora di dover ricorrere ai ripari per le punture, può essere utile tentare tutte le strade che dovrebbero ridurre le probabilità di essere colpiti dalle zanzare.

Rimedi contro le zanzare: i metodi per combattere la loro presenza in casa

Man mano che le serate si allungano e l’estate con il caldo prende piede,  maggiori sono le probabilità che arrivino le zanzare e che  entrino nelle nostre case.

Le zanzare, almeno quelle della specie Culex che si trovano facilmente alle nostre latitudini, attaccano prevalentemente di notte ma, una volta entrate in casa, non è raro che vi si fermino anche di giorno.

A differenza di quello che si pensa, non sono attirate dalla luce. Piuttosto le attraggono il calore, ,per esempio quello generato dal corpo umano,  l’umidità, la presenza di anidride carbonica  e alcuni odori, per esempio quelli emessi dall’epidermide.

Questi insetti hanno una notevole capacità di percepire sia gli odori sia la presenza di anidride carbonica: la zanzara tigre può sentire gli odori fino a 70 metri di distanza e l’anidride carbonica fino a 20 metri. Tuttavia, in genere, si spostano al massimo di 200 metri e volano fino a pochi metri d’altezza.  Il primo metodo efficace per contrastarne la diffusione quindi è evitare che depongano le uova nei pressi delle abitazioni.

Evitare ristagni d’acqua

Un modo naturale antizanzare è ridurre la possibilità per questi insetti di deporre le uova. Le zanzare depongono le uova nei pressi dell’acqua: mentre le zanzare del genere Culex prediligono l’acqua stagnante, anche sporca, come quella degli scarichi, le Anopheles preferiscono l’acqua pulita.  

Tutti i ristagni d’acqua possono essere utili a questi insetti per la loro riproduzione: grondaie, piscine per bambini, acqua per l’abbeveraggio degli animali domestici, sottovasi, luoghi in cui l’acqua può raccogliersi. Per questo motivo, dove non si può evitare di raccogliere l’acqua, è comunque consigliabile cambiarla di frequente.

Punture di insetto: I migliori prodotti dopopuntura

Dopopuntura Bite Away®

Dolore e prurito da puntura di insetto…addio!
Il dopopuntura Bite Away® aiuta, grazie al calore localizzato, a calmare gli effetti indesiderati delle punture di zanzare e punture di insetto (zanzare, api, vespe, calabroni o tafani) come il rossore, il prurito ed il dolore.
Semplice da utilizzare, pratico, rapido, efficace e privo di sostanze chimiche è ben tollerato e senza rischio di allergie.
Adatto per tutta la famiglia e a tutti i tipi di pelle, anche le più delicate; dai soggetti allergici fino alle donne in gravidanza.

A partire da € 23,78

Proteggere le porte e le finestre con tende e zanzariere

Per evitare che le zanzare entrino in casa, tutte le aperture andrebbero protette con zanzariere applicate alle finestre, reti antizanzare o con tende. Poiché sono attirate dai colori scuri, meglio scegliere tendaggi e complementi d’arredo chiari.

Utilizzare dei repellenti per insetti

Per chi si chiedesse come allontanare le zanzare, un rimedio utile può essere rappresentato dai repellenti. La zanzara è un insetto molto sensibile agli odori, pertanto, tra i rimedi casalinghi sono inclusi anche l’utilizzo di piante aromatiche e di piante da giardino che dovrebbero infastidire l’insetto e tenerlo lontano dalle abitazioni.

Con lo sviluppo della chimica industriale, si è diffusa l’abitudine di usare repellenti chimici sia da spruzzare nell’ambiente sia sulla pelle.  Queste  sostanze dovrebbero però essere usate con cautela, sia per le reazioni tossiche che possono provocare  , sia per il loro impatto negativo sull’ambiente.

Negli ultimi anni si è riacceso l’interesse verso rimedi naturali contro le zanzare e ci si è orientati su sostanze a base vegetale: un repellente molto utilizzato  è la Citronella, un antizanzare naturale la cui  efficacia , almeno contro il genere Anopheles, è stata dimostrata da studi scientifici[1], superata però in efficacia dal meno conosciuto Ligusticum sinense. Quest’ultimo sembra essere il rimedio migliore per allontanare le zanzare.

[1] https://malariajournal.biomedcentral.com/articles/10.1186/s12936-019-3064-8

Rimedi contro le punture di zanzare

Non sempre è possibile combattere le zanzare e riuscire a tenerle lontane: per esempio, stando all’aperto, soprattutto nelle ore tra il tramonto e l’alba, l’attacco delle zanzare può diventare inevitabile.

La puntura di zanzara, di per sé, non è pericolosa, ma ci possono essere delle conseguenze, dovute alla possibilità di trasmissione di malattie e alle sensibilizzazioni che il soggetto può subire, con allergie o irritazioni.

Inoltre, il morso della zanzara per alcuni soggetti è davvero fastidioso e può provocare prurito molto intenso, arrossamenti e, in alcuni casi, persino un  rialzo febbrile.

 Dopo essere stati punti può essere utile ricorrere a  rimedi che aiutino ad alleviare il fastidio e a prevenire infiammazioni o infezioni.

I rimedi contro le punture di zanzare si suddividono in varie categorie: ci sono i rimedi naturali antizanzare, come il ghiaccio, l’aceto e le erbe, e ci sono le pomate e infine sistemi più moderni, come i dispositivi termici dopo puntura.

Caldo e freddo per le punture di zanzara

Il caldo e il freddo rappresentano un ottimo sistema per alleviare i disturbi provocati dalle punture di  zanzare. Il ghiaccio  provoca uno shock termico che anestetizza la parte interessata dal prurito. È sufficiente avvolgere dei cubetti di ghiaccio in un canovaccio e appoggiarlo alla puntura. È meglio non mettere direttamente il ghiaccio sulla pelle, perché potrebbe provocare un’ustione da freddo.
A volte, può dare momentaneo sollievo anche bagnare la puntura con acqua fresca.

Anche in calore riesce a migliorare il disturbo, in quanto inibisce la produzione di istamina da parte del corpo in reazione alle sostanze anticoagulanti iniettate  dalla zanzara.  

Esistono dei dispositivi termici dopopuntura  che consentono di riscaldare per pochissimi secondi il punto interessato tramite una piastra in ceramica.
Con una breve applicazione locale il prurito sparisce  e il sollievo è immediato.